Operatori Finanziari
Banche italiane

Cassa di Risparmio di Cento

Cassa di Risparmio di Cento

https://www.crcento.it
Direzione Generale
Via Matteotti, 8/b
44042 Cento (FE)
Tel: 051-6833111
Fax: 051-6833443
E-mail: [email protected]
PEC: [email protected]

La Cassa di Risparmio di Cento è un punto di riferimento per garantire la crescita economica e sociale del territorio. Una realtà finanziaria di assoluto rilievo che ha contribuito alla crescita del tessuto economico locale.

Dal 1859 si impegna a sostenere in modo costante e concreto le imprese, le famiglie, i privati e gli enti locali attraverso una fitta rete di sportelli distribuita nelle province di Ferrara, Bologna e Modena.

“Crediamo nella nostra terra, nelle persone che la vivono e nelle imprese che la rendono attiva, perché la loro storia è la nostra.”
La Cassa di Risparmio di Cento è stata fondata nel 1844 e aperta al pubblico il 29 marzo 1859.

Era una domenica e la nuova banca veniva aperta senza clamore a palazzo Rusconi, con un direttore e un cassiere, per volontà di una sessantina di persone lungimiranti, che sarebbero state anche protagoniste della lunga e gloriosa stagione del Risorgimento e dell’Unità Italia. Fra questi Giuseppe Borselli a lungo presidente della banca ma anche sindaco, presidente dell’asilo Giordani e senatore.

La Cassa di Risparmio di Cento, come tutte le Casse che in quegli anni nascevano in Italia, aveva innanzitutto il compito di sostenere le classi meno abbienti; favorendo la diffusione dei valori del risparmio e consentendo un accesso più facile al credito.

La promozione del risparmio consentì l’accumulo delle risorse finanziarie che si sarebbero rivelate fondamentali per finanziarie le imprese e l’economia del Paese. Decisivo, in particolare, fu il ruolo che la Cassa ricoprì nel dopoguerra sostenendo la nascenteindustria di Cento.

Nuove filiali vennero aperte dopo gli anni ’20 con un ritmo costante e un’accelerazione negli anni ’80, grazie alla “liberalizzazione degli sportelli”, fino ad arrivare alle attuali 47 filiali dislocate nelle province di Ferrara, Bologna e Modena.

Il 1991 segnò un vero spartiacque con la scissione della Cassa in due entità: Fondazione CariCento, dedicata alle attività sociali e benefiche, e CariCento S.p.A., che produce gli utili.

Nel 1993 entrarono nel capitale i privati che oggi sono circa 9.000 e detengono un terzo delle quote.

Related posts

Cassa Rurale di Lizzana

Luigi

Banca Popolare del Lazio

Francesco

Banca San Francesco – Credito Cooperativo – Canicatti’ (Agrigento)

Francesco

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi